Cosa vedere a Tashkent cuore dell’Asia centrale

Tashkent non è solo la capitale dell’Uzbekistan ma rappresenta il cuore dell’Asia centrale. Tashkent nel 1966 è stata distrutta da un terremoto devastante che ha quasi cancellato 2 mila anni di storia uzbeka.

Tashkent è quindi una città nuova. La sua metro è stata inaugurata nel 1977 e le sue stazioni sono dei gioielli, tra le più decorate al Mondo. La metropolitana di Tashkent copre 60 km di percorso con decine di stazioni. Ogni stazione è un’opera d’arte che si concentra su un tema specifico.

Della città vecchia (Eski Shakhar) rimangono strette viuzze polverose, su cui si affacciano case basse di mattoni e fango, moschee e antiche madrase. Il visitatore non può perdersi una visita al bazar Chorsu, gigantesco mercato all’aperto, accanto alla madrasa di Kukeldash.

Tashkent non ha molti edifici antichi tuttavia è una capitale culturale che ospita numerosi musei come il Museo delle Belle Arti con molte opere d’arte del Turkestan prima dell’invasione russa. Il Museo di Arti Applicate è stato inaugurato nel 1937 come vetrina per le arti applicate di fine secolo. Tuttavia è l’edificio in sé, progettato secondo lo stile tradizionale di Tashkent, ad essere più interessante dei suoi stessi contenuti. Vi sono altri musei dedicati alla storia, all’antichità, alla letteratura, alla geologia e alle ferrovie.