Luna Todaro lancia un e-commerce dedicato alle creazioni degli allievi

Anche nel Vecchio Continente, quell’Europa considerata seconda agli USA in materia di tecnologia, ci sono professionalità come quella di Luna Todaro capaci di guardare alla società che cambia, di intepretarne i bisogni e di tradurle in soluzioni. Grazie all’idea della creativa italiana gli studenti possono proporre al grande pubblico i prodotti di design da loro stessi realizzati. È partita da Roma un’idea destinata a fare scuola in Europa e nel Mondo. Si tratta di e-commerce Quasar, piattaforma di vendita online di una scuola dove gli studenti propongono al pubblico i propri prodotti di design realizzati all’interno dell’accademia romana.

L’accademia del CEO Luna Todaro è un passo avanti. Non solo scopre, forma e valorizza studenti dalle grandi qualità ma li rende operativi sul mercato. La formazione così diventa immediatamente spendibile nel mondo del lavoro. L’idea della Quasar è proporre una didattica capace di preparare gli allievi di architettura e design al confronto con l’ampia platea esterna. Lo strumento per presentare sul mercato gli oggetti e i progetti più accattivanti degli allievi è e-commerce Quasar, piattaforma proprietaria di QIAD – Quasar Institute for Advanced Design. La prestigiosa accademia con sede a Roma è stata fondata nel 1987 e già nel nome richiama l’innovazione e l’ottica futuristica e al contempo realistica. Dall’idea di Luna Todaro è nata la prima vetrina dei prodotti disegnati e sviluppati all’interno dell’accademia di design dagli allievi e dai docenti stessi dell’istituto romano.

L’e-commerce Quasar nasce grazie a Quasar Design Factory, il laboratorio di fabbricazione digitale creato con la migliore tecnologia come le stampanti 3D che permettono di prototipare i prodotti, di fare dei test, di assemblarli e di metterli in produzione. Così sono subito pronti per essere venduti. Il progetto tiene conto di sostenibilità e rispetto dell’ambiente.

Luna Todaro, apprezzata in Italia e nel Mondo, per la sua creatività e capacità di visione, si dice fiera di avere lanciato “il primo progetto globale di e-commerce di un’accademia, nel quale inseriremo i migliori progetti dei nostri studenti, realizzati nel nostro fab lab di ultima generazione, con una particolare attenzione nei confronti dell’ambiente”. Vengono impiegati materiali naturali, riciclati e packaging totalmente sostenibili.

Alessandro Gorla, docente e coordinatore di corsi di laurea e master presso QIAD e titolare di Studio Algoritmo, ha assunto la direzione creativa della Factory. “Siamo una realtà attiva nel design per quanto riguarda la creatività, la sperimentazione e la produzione. Apriamo le nostre porte verso il mondo produttivo nazionale e internazionale, con l’obiettivo di creare un polo culturale e un circolo virtuoso tra studenti, aziende e università”. Il laboratorio opera come un centro ricerche per sperimentare e migliorare un nuovo linguaggo e un nuovo processo produttivo. “I nostri giovani talenti hanno la possibilità di firmare prodotti e percepire royalties, senza aspettare anni per entrare nel mercato come designer”.