Aceto, bicarbonato o olio di cocco: qual è la migliore alternativa al dentifricio?

Nel mondo in cui viviamo, avere denti bianchi è qualcosa di molto importante. Tutti siamo alla ricerca di un sorriso brillante ma i prodotti sbiancanti da banco sono costosi e possono causare sensibilità ai denti o risultati poco ottimali. Inoltre i trattamenti per lo sbiancamento dei denti dal dentista sono poco economici e non accessibili per tutti.

Per risparmiare tempo e denaro, abbiamo stilato un breve elenco di rimedi casalinghi per lo sbiancamento dei denti. Con aceto, bicarbonato o olio di cocco potrai riportare il tuo sorriso al suo bianco splendore in modo naturale ed economico, il tutto nel comfort di casa tua.

Continua a leggere per avere tutte le informazioni per sbiancare i tuoi denti con i rimedi casalinghi.

Come sbiancare i denti con il bicarbonato di sodio?

Sembra che il bicarbonato di sodio possa essere usato per qualsiasi cosa, dalle ricette di cucina fino alle faccende domestiche. E può essere utilizzato anche per sbiancare i denti! Il bicarbonato infatti è alcalino e la sua natura ruvida rimuove delicatamente le macchie dai denti, riportando il Ph della bocca ai suoi livelli normali.

Per prepararlo basterà versare in una piccola ciotola la quantità desiderata di bicarbonato di sodio, aggiungere il succo di limone oppure un po’ d’acqua e mescolare lentamente. Una volta ottenuta una pasta di bicarbonato, dovrai applicare una quantità abbondante sullo spazzolino da denti e strofinare per circa due minuti. Il processo dovrà essere ripetuto un paio di volte a settimana per ottenere i risultati desiderati.

Consigliamo di lavare i denti con la pasta di bicarbonato per non più di due minuti, poiché l’esposizione prolungata al bicarbonato di sodio, che è delicatamente abrasivo, potrebbe erodere lo smalto.

I risultati possono essere notati dopo un paio di settimana, altri potrebbero vedere lievi risultati dopo il primo uso. Oltre allo sbiancamento dei denti, Dentalpharma si concentra sugli effetti del bicarbonato sui denti, quest’ultimo infatti può anche aiutare a mantenere una buona salute orale. Può essere un rimedio temporaneo più economico per problemi dentali, tra cui alitosi, ulcere della bocca e malattie gengivali.

Utilizzare l’aceto per lo sbiancamento dei denti

L’aceto è noto per avere molte qualità curative e questo antibiotico naturale è ottimo anche per la tua bocca! Infatti esso agirà come uno scrub per i denti e le gengive, rimuovendo macchie e batteri.

L’aceto contiene acido acetico, potassio, magnesio, probiotici ed enzimi. Questi elementi eliminano i batteri nocivi permettendo invece la crescita di batteri benefici all’interno della bocca. Poiché è naturalmente acido, aiuta inoltre ad abbattere la placca o altre sostanze attaccate ai denti. Il pH dell’aceto di mele può rimuovere le macchie dai denti, il che aiuta a sbiancare i denti in modo naturale.

Per utilizzare l’aceto per lo sbiancamento dei denti basterà fare un collutorio mescolando due cucchiaini di aceto con acqua. Agita la soluzione in bocca per 30 secondi, risciacqua con acqua e lavati i denti. Dovrai ripetere il processo per circa un mese prima di vedere risultati reali.

Considerato che l’aceto contiene acido acetico, ti consigliamo di fare attenzione: utilizza sempre una piccola quantità di aceto per sbiancare i denti, poiché l’uso ripetuto di acidi sui denti può essere dannoso per la struttura superficiale dei denti.

Come sbiancare i denti con l’olio di cocco?

Questa tattica senza tempo è un rimedio naturale per sbiancare i denti, se riesci a sopportare il gusto! L’acido laurico nell’olio di cocco aiuta infatti a combattere i batteri che ingialliscono i denti. Inoltre, questo olio meraviglioso migliora la salute delle gengive e combatte l’alitosi, mantenendo un alito fresco.

Per usare l’olio di cocco basta prendere un cucchiaio di olio di cocco e scioglierlo in bocca, proprio come un collutorio, per circa dieci o quindici minuti. Assicurati di aver usato per bene il collutorio all’olio di cocco su tutta la bocca, poi risciacqua con un bicchiere di acqua e concludi lavandoti i denti. Ripeti settimanalmente fino al risultato desiderato.

Non ingerire mai l’olio perché potrebbe contenere tossine e batteri della bocca, inoltre ti consigliamo sempre di acquistare un olio biologico di alta qualità che non contenga ingredienti nocivi per la tua salute.

In definitiva ci sono molti rimedi casalinghi che puoi provare per sbiancare i denti. Tuttavia, fai sempre attenzione perché, utilizzati senza criterio, questi rimedi della nonna potrebbero danneggiare lo smalto o le gengive, portando a sensibilità e carie. Il modo migliore per sbiancare i denti è sempre prevenire le macchie prima che si verifichino, continuare a praticare una buona igiene orale e sottoporsi a regolari controlli dentistici. Se hai provato questi metodi senza successo, chiama il tuo dentista e prendi un appuntamento. Sicuramente lui sarà in grado di aiutarti a determinare quali sono gli altri metodi di trattamento e trovare con te l’opzione migliore adatta al tuo caso.