Visitare Verona diventa un’esperienza multimediale e integrata

Da ora in poi visitare Verona e il suo territorio diviene un’esperienza multimediale e integrata grazie a visitverona.it, il primo portale turistico della Dmo Verona – Destination Management Organization. Una finestra su 1500 punti di interesse, più di 200 esperienze, 1200 strutture ricettive, 80 brochure scaricabili, 100 redazionali e tante altre informazioni. Il tutto personalizzabile, in base agli interessi. Aprendo il portale da un qualsiasi motore di ricerca, infatti, è possibile creare una vacanza su misura. A seconda dei gusti, degli hobby e del tempo a disposizione. Dalla musica ai musei, passando per osterie e cantine per gustare lo stile di vita veronese e i suoi prodotti tipici. Il sito è disponibile in italiano e inglese, ma sono già in programma le traduzioni in tedesco e spagnolo.

La struttura del portale si integra con tutti i contenuti e le funzionalità di prenotazione della piattaforma regionale DMS (Destination Management System). Garantisce informazioni, accoglienza, promozione, ma anche commercializzazione. È previsto, infatti, anche il servizio di prenotazione on-line di attività, visite guidate, degustazioni, eventi e tour. Così come della Verona Card.

Il nuovo portale è stato realizzato dal Comune di Verona insieme allo Iat, l’ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica, affidato alla società Cooperativa Culture, grazie al finanziamento della Regione Veneto. A supporto per la parte tecnica Kumbe, Web agency trentina specializzata nel marketing delle destinazioni turistiche.

La DMO Verona, di cui il Comune di Verona è capofila, è rappresentata da Provincia, Camera di Commercio, Verona Fiere, Aeroporto Catullo, Fondazione Arena, Consorzio di Promozione Verona Tuttintorno e da 31 Comuni: Arcole, Badia Calavena, Belfiore, Bosco Chiesanuova, Bovolone, Cerea, Cerro Veronese, Dolcè, Erbezzo, Fumane, Grezzana, Isola Rizza, Marano di Valpolicella, Mezzane di Sotto, Negrar, Oppeano, Pescantina, Roverchiara, Roverè Veronese, San Giovanni Lupatoto, San Martino Buon Albergo, San Mauro di Saline, San Pietro di Morubio, San Pietro in Cariano, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sant’Anna d’Alfaedo, Selva di Progno, Soave, Tregnago, Velo Veronese e Zevio. Aderiscono, inoltre, l’Associazione per le Ville Venete, le Strade del Vino Soave e Valpolicella, Amt e Agec.