Mostra Angelo Abrate, il pittore alpinista alla Chiesa di San Lorenzo ad Aosta

L’Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che giovedì 22 ottobre 2020, a partire dalle ore 14, verrà aperta al pubblico presso la Chiesa di San Lorenzo ad Aosta la mostra Angelo Abrate, il pittore alpinista.

L’esposizione, a cura di Leonardo Acerbi e Marina Mais, presenta una selezione di 32 opere del pittore piemontese, nato a Torino nel 1900 e morto a Sallanches nel 1985.

Il percorso espositivo è scandito da quattro sezioni tematiche: Uno sguardo sulla Valle d’Aosta e sulle valli del Monte Bianco, La Valle d’Aosta a quote più alte, A Sallanches e non solo e Dalle Dolomiti al Mediterraneo.

Valente alpinista, Angelo Abrate vive intensamente la passione per la montagna, che diventa il soggetto prediletto delle sue opere pittoriche. La mostra monografica a lui dedicata, realizzata dalla Struttura Attività espositive e promozione identità culturale, si inserisce nel programma espositivo annuale 2020 della Regione autonoma Valle d’Aosta e documenta la qualità di un autentico pittore della montagna.

Scrive Leonardo Acerbi nelle note biografiche del catalogo: Gli interessi di Abrate si indirizzano ben presto lungo due specifiche direzioni: la passione per la pittura e quella per la montagna, spingendolo a lasciarsi alle spalle la città e a trasferirsi prima a Courmayeur e poi a Sallanches. Due autentici poli d’attrazione, entrambi al cospetto del “suo” Monte Bianco, montagna di cui l’artista piemontese diverrà massimo interprete tanto da meritarsi, nel tempo, l’appellativo di peintre du Mont-Blanc. Le sue salite in solitaria oppure le pause durante le ascensioni con i compagni di cordata sono finalizzate a questo: dipingere en plein air la prima luce decembrina sulle vette o l’ultima neve al lago Chécruit, uno scorcio delle Jorasses o i seracchi in quota.

La mostra Angelo Abrate. Il pittore alpinista è corredata da un catalogo bilingue italiano-francese, con testi di Daria Jorioz e Angelo Acerbi, edito da Sagep Editori, acquistabile in mostra al prezzo di 12 euro.

L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 7 febbraio 2021 con il seguente orario: martedì – domenica 10 – 13 /14 -18, chiuso lunedì. Ingresso libero.

Per garantire la sicurezza dei visitatori e del personale e in ottemperanza alle norme vigenti, la mostra sarà ad ingresso contingentato. I visitatori dovranno indossare i dispositivi di protezione personale.

Per informazioni:

Regione autonoma Valle d’Aosta

Soprintendenza per i beni e le attività culturali

Struttura Attività espositive e promozione identità culturale: tel. 0165.275937

Chiesa di San Lorenzo, Piazza Sant’Orso, Aosta: tel. 0165.238127

www.regione.vda.it