Ridurre ansia e stress: come e perché

Definito il male del secolo, lo stress è realmente in grado di peggiorare lo stato di salute generale, oltre che le condizioni emotive di ciascun paziente. Secondo alcune ricerche, nel nostro Paese ne soffrirebbe circa l’85% della popolazione: una cifra enorme, che lascia intendere quanto grande sia la portata di questo disturbo. Ma come si fa ad affrontare ansia e stress? Esistono rimedi utili in grado di lenirne i sintomi principali?

Lo stress: il male del XXI secolo

Insonnia, nausea, cefalea, attacchi di panico, depressione: sono solo alcuni dei sintomi attraverso i quali il nostro organismo manifesta il disagio emotivo cui siamo sottoposti quotidianamente. Purtroppo, ad elevare i livelli di stress concorrono diversi fattori, tra cui le code da affrontare nei vari uffici, il Wi-Fi di casa che all’improvviso smette di funzionare, la riunione di lavoro che si prolunga più del previsto e tanto altro ancora.

Insomma, i motivi non mancano, eppure occorre stare molto attenti, soprattutto quando ansia e stress si trasformano in una patologia vera e propria. Per fortuna, qualche rimedio esiste. E la maggior parte di questi sono comportamenti utili che tutti noi dovremmo fare nostri. Tra questi, la necessità di pranzare con più calma, evitando il junk food: meglio optare per un pasto leggero e bilanciato, ricco di vitamine e proteine. Del resto, siamo quel che mangiamo! L’altro consiglio è evitare le persone stressate: non faranno che peggiorare i nostri sintomi! Anche il verde è importante: una passeggiata al parco o in montagna possono aiutare a rilassare i nervi. Chi non può permetterselo, invece, dovrebbe portare la natura in ufficio.

Secondo una ricerca dell’Università di Washington, infatti, facendo entrare individui stressati in una stanza colma di piante è possibile osservare una diminuzione dei livelli di cortisolo.

Limitare l’uso della tecnologia e ricorrere a qualche aiuto


Alzare la testa dallo smartphone e staccare gli occhi dallo schermo del PC sono due azioni fondamentali. La tecnologia ha il potere di rendere più semplici le cose, ma utilizzarla più del dovuto può peggiorare la nostra condizione. I ricercatori dell’Università di Goteborg hanno scoperto che l’uso di questi dispositivi può causare problemi di sonno e peggiorare il rischio di depressione. Per fortuna, anche la natura e l’alimentazione possono darci una mano. Ad esempio, fare il pieno di potassio aiuta a regolare la pressione sanguigna, che tende ad aumentare durante i momenti di stress. Non è tutto. Anche l’olio di CBD, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, analgesiche, antidepressive, antipsicotiche, è in grado di trattare un’ampia gamma di disturbi tra cui l’ansia e lo stress. Se desideri fare tuo qualche spunto utile, scopri di più. Siamo certi che ne trarrai giovamento! L’olio di CBD possiede un elevato contenuto di cannabinoidi e terpeni e colpisce parte dei recettori chimici presenti nel cervello, inclusi quelli della glicina, che regolano la produzione di ormoni come la serotonina, il cosiddetto “ormone del buonumore”.