Si amplia la squadra per promuovere la qualità di Firenze

Si allarga la squadra dei protagonisti in coordinamento permanente per sostenere il settore congressuale e promuovere la qualità del turismo della Destinazione Firenze. Nella rete entra Toscana Promozione Turistica che va ad affiancare i primi quattro firmatari dell’accordo siglato a dicembre 2018: Comune di Firenze, Città metropolitana, Camera di Commercio e Università degli Studi.

Obiettivo mettere in campo azioni condivise, ottimizzando sforzi e risorse per valorizzare il turismo congressuale e gli interventi pensati per destagionalizzare e delocalizzare i flussi. Il nuovo ingresso nella squadra è stato ‘battezzato’ con la firma di oggi nel corso della Bto alla Stazione Leopolda.

“Negli ultimi anni – ha detto l’assessore Del Re – il settore del turismo nella nostra città ha registrato una crescita continua, rappresentando una grande opportunità ma lanciando al tempo stesso una sfida reale a tutte le istituzioni impegnate a governare il fenomeno e a gestire flussi sempre più impattanti. Per questo – ha spiegato l’assessore – abbiamo voluto creare una squadra forte, mettendo insieme i soggetti pubblici e privati presenti sul territorio, in grado di proporre azioni mirate e coordinate. Da oggi questa squadra è più forte grazie all’ingresso di Toscana Promozione turistica, soggetto pubblico e strategico sul territorio regionale per la promozione del turismo in linea con gli obiettivi dell’accordo”.

“Promozione verso la domanda e gestione della offerta sono due aspetti dello stesso lavoro che, nel turismo contemporaneo, non possono essere più scissi – ha detto il direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo -. Le destinazioni più competitive oggi sono quelle nelle quali la capacità collaborativa dei singoli attori è più forte. Per questo abbiamo lanciato #TuscanyTogether: il nostro modello di lavoro per il futuro è un gioco di squadra tecnico ed evoluto, per destinazioni conosciute in tutto mondo”.

Le azioni proposte hanno l’obiettivo di elevare la qualità del turismo; aumentare la permanenza media dei visitatori sul territorio fiorentino; favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici; allargare la delimitazione geografica e la definizione della destinazione turistica Firenze; attivare interventi per promuovere uno sviluppo sostenibile del turismo, valorizzando azioni che favoriscano la delocalizzazione e valorizzazione dell’intero ambito fiorentino e dell’area metropolitana; sostenere l’attività congressuale promossa dalla comunità accademica. Saranno inoltre attivate azioni che favoriscano il trasferimento tecnologico e l’innovazione dei servizi dedicati al settore turistico.