Il periodo migliore per visitare Londra

Il periodo migliore per visitare Londra? Scopriamolo insieme. Innanzitutto bisogna considerare che la città ha un clima fresco, umido e piovoso. Per via del passaggio delle perturbazioni atlantiche che si avvicendano tutto l’anno, il tempo è variabile, con schiarite e annuvolamenti, piogge e rovesci, alternati, almeno in primavera e in estate, a qualche ora di sole.

Il clima di Londra è un po’ più mite che nel resto della Gran Bretagna

Infatti la città si trova nel sud, e in un’area relativamente protetta, chiamata London Basin, tra le Chiltern Hills a nord e le North Downs a sud. In quest’area il clima è leggermente più caldo rispetto alle zone circostanti, tranne quando in inverno si instaura un’alta pressione, che può determinare un’inversione termica, con la formazione di nebbie notturne.

La pioggia che cade in un anno ammonta a circa 600 millimetri ed è meno abbondante che in molte altre città europee. Tuttavia la percezione della piovosità di Londra è data dalla frequenza delle piogge, che possono verificarsi abbastanza spesso anche in estate. Le piogge sono quindi frequenti ma non abbondanti, spesso leggere o intermittenti, e in genere avvengono sotto forma di pioggerella o di breve acquazzone.

L’inverno

Da dicembre a febbraio, è freddo, con piogge abbastanza frequenti, ma non è gelido. Ed è molto più mite di quanto farebbe pensare la latitudine. La temperatura media di gennaio è di circa 5 gradi sopra lo zero. Si possono verificare diversi tipi di tempo. Nei periodi in cui domina l’alta pressione, la temperatura è bassa, vicino allo zero, e il tempo è freddo, grigio e a volte nebbioso. Nei periodi in cui prevalgono le correnti atlantiche, le temperature possono essere miti: anche 12/13 gradi o più, con minime intorno ai 10, ma il vento può soffiare con una certa forza. Quando invece prevalgono le correnti fredde, quelle settentrionali di origine polare, o meglio ancora quelle sud-orientali che provengono direttamente dal continente europeo, le temperature scendono di parecchio, e si possono avere per brevi periodi anche nevicate e gelate. Nei mesi invernali si registrano circa 7/8 giorni al mese con minime sotto lo zero; in genere le gelate non sono intense, ed è raro che la temperatura scenda sotto i -5 gradi.

In primavera

Da marzo a maggio, le perturbazioni passano ancora frequentemente, le temperature medie aumentano lentamente. E i primi tepori si alternano ai ritorni del freddo. A marzo si può ancora verificare qualche rovescio di neve. Ad aprile le temperature possono essere ancora fredde, dal sapore invernale, anche se le giornate sono decisamente più lunghe (il sole tramonta molto più tardi che in inverno). In genere le temperature diventano miti in maniera più stabile a partire dalla seconda metà di maggio.

L’estate

Da giugno ad agosto, non è molto calda, tuttavia in questo periodo quella di Londra è la zona più calda dell’intera Gran Bretagna. A luglio e agosto le temperature medie minime sono di circa 14 gradi, le massime di 23/23,5 °C. Giugno è un po’ più fresco, tanto che le massime sono intorno ai 21 gradi, anche se è il mese in cui le giornate sono più lunghe, e c’è anche un po’ più di sole: si registrano mediamente 7 ore di sole al giorno a giugno, contro le 6 di luglio e agosto.
In estate piove un po’ meno che nel resto dell’anno: mediamente un giorno ogni 3 o 4. Durante le giornate nuvolose e piovose, le massime possono rimanere sui 16/17 gradi.

A volte, la zona di Londra può essere raggiunta da masse d’aria calda provenienti dalla Spagna. In questi casi la temperatura può arrivare a 28/32 °C. Si tratta comunque di periodi brevi, perché poi tornano a soffiare le correnti atlantiche.

In autunno

Da settembre a novembre, la temperatura diminuisce gradualmente. Il tempo è spesso ancora piacevole a settembre, soprattutto nella prima metà. Poi diventa gradualmente più freddo, grigio e piovoso. A novembre le giornate sono brevi, fa abbastanza freddo, c’è poco sole e spesso soffia il vento.

Il sole a Londra

Si vede raramente da novembre a febbraio, mentre da maggio ad agosto brilla per un numero di ore accettabile. E comunque un po’ più alto che nel resto della Gran Bretagna. L’estensione della città fa sì che nelle zone centrali e quelle più densamente abitate si verifichi l’effetto detto isola di calore. Esso determina un aumento delle temperature di circa 2 gradi rispetto alle zone di campagna circostanti. Questo effetto è più evidente di notte e nei mesi invernali.

Il periodo migliore per visitare Londra è l’estate. Più in generale da metà maggio a metà settembre. Le temperature sono in genere buone per la vita all’aria aperta, anche se occorre avere con sé l’ombrello, e una felpa o un maglione per la sera e le giornate fresche. In piena estate si può sperare di trovare un periodo di bel tempo, con giornate calde, in cui le massime superano i 25 gradi o possono persino avvicinare i 30 °C, e in cui ci si può alleggerire, si può bighellonare nei numerosi parchi della città e persino prendere un po’ di sole.