Capodanno 2019 ad Erevan: cosa vedere

Trascorrere il Capodanno 2019 ad Erevan è davvero un’idea interessante. La capitale dell’Armenia sorge sulle rive del fiume Hrzdan a mille metri sul livello del mare. Si trova poco distante dal confine con la Turchia alle pendici del monte Ararat. E’ stata crocevia delle rotte carovaniere che permettevano di collegare l’Europa al continente asiatico.

Nel XII secolo venne dichiarata capitale armena sotto il dominio persiano. Erevan ha una posizione favorevole al flusso commerciale. Nel 1827 subì l’occupazione dell’Impero russo. Dopo il 1917 per tre anni divenne capitale dell’Armenia Indipendente e nel 1920 capitale della Repubblica Socialista Sovietica Armena. Quando ci fu il collasso dell’Unione Sovietica, nel 1991 diventa capitale della neo nata Repubblica Armena.

Capodanno 2019 ad Erevan: da non perdere

Nel centro città tutte le vie convergono in piazza della Repubblica, detta anche piazza Lenin. Qui si trovano molti negozi, banche, ambasciate, hotel di lusso e moderni bar dove assaggiare il famoso Cognac. La piazza è il ritrovo per gli abitanti di Erevan nelle occasioni di festa più importanti.

E’ bello passeggiare nel mercato all’aperto “Vernissage” che si tiene ogni sabato e domenica e che permette di acquistare del buon artigianato locale, tappeti, sculture in legno, ceramiche e quadri. Sempre nella piazza della Repubblica si trova la National Gallery of Armenia di Erevan che ospita al suo interno la più grande esposizione di opere d’arte armena e altre opere d’arte russe e occidentali. La National Gallery è suddivisa in 56 gallerie e vanta al suo interno opere di pittori illustri come Kandisky, Donatello, Sarian. I visitatori potranno ammirare inoltre affreschi, mosaici, oggetti religiosi e miniature.

In piazza della Repubblica potrete ammirare l’imponente State Historical Museum dove documentarvi sul passato e la storia della città di Erevan. Il museo è stato fondato nel 1931 così come il Museo comunale, che oggi si trova in una struttura collegata all’attuale Municipio di Erevan. Altra tappa per gli appassionati di storia è il Matendadaran che custodisce all’interno di un edificio molto austero oltre 12.000 manoscritti antichi a partire dal IX secolo.

Erevan città in continua crescita ed evoluzione

Lo dimostra l’Opera House, premiata nel 1937 per l’eleganza e lo stile architettonico impeccabile. Oggi ospita la Khachaturian dove l’Orchestra Filarmonica armena incanta con la propria musica i turisti e i cittadini locali nelle varie esibizioni.

Luogo simbolo di Erevan è la Cascade. E’ una scalinata in marmo su cui sono collocate fontane. La Cascade congiunge il centro di Erevan con il Parco Haghtanak dove è possibile godere del panorama sulla città e sul Monte Ararat.

Capodanno romantico ad Erevan

Una pausa nel verde in un luogo che induce al romanticismo. E’ il Lover’s Park. Splendido parco pubblico sito nel quartiere Kentron, in centro città, accoglie i visitatori in uno stile curato dai richiami giapponesi. Al suo interno si trova un anfiteatro con 215 posti a sedere, 4 bellissime cascate e ben 370 alberi. Poco fuori dalla città è degno di essere visitato l’Erbuni Museum, costruito nel 1968, che conserva le antiche testimonianze storiche del regno di Urartu.